Politica della qualità

 Home / Politica della qualità

Il sistema HACCP

Il metodo HACCP fu applicato per la prima volta dalla Pillsbury Company come la risposta alla domanda dell'Agenzia di programmi spaziali americana NASA per produzione del cibo 100% privo di tutti inquinanti chimici o fisici tali da poter provocare malattie o danni agli astronauti. Il concetto prodotto dalla Pillsbury Company è stato nominato HACCP ( Hazard Analysis Critical Control Points).
Con il tempo il sistema HACCP si è imposto come il sistema più efficace per prevenire ed eliminare il rischio per la sicurezza allimentaria, perciò AO/WHO Codex Alimentarius (Food and Agriculture Organisation/World Health Organisation) lo ha incluso nel Codex. Dal 1993le regulative europee 1993/43 EC prevedono l'uso di questo sistema nella produzione di cibo e nel 1995 è introdotto l'obbligo dell‘ attuazione di sistema HACCP negli Stati membri dell‘UE. La commissione del Codex Alimentarius nel 1996ha adottato il documento I principi basici dell'igiena di cibo (Recommended International Code of Practice - General Principles of Food Hygiene, CAC/RCP 1-1969, Rev. 4-2003) che è stato rivisto l'ultima volta nel 2003. Rispettando questi principi si fa la valutazione e certificazione del Sistema HACCP.

Il HACCP Sistemaè infatti composto da due parti:
HA -rappresenta l'identificazione di pericoli in ogni punto di produzione,lavorazione e distribuzione del cibo, poi l'analisi di rischi,cioè la possibilità dell'occorenza di pericoli e alla fine la valutazione del rischio per la salute umana.
CCP - (i punti di controllo critici) rappresenta un intero in cui si identificano i punti , cioè gli elementi di processo e attività nel produzzione, lavorazione e distribuzione di cibo e bevanda, in cui potrebbe apparire ilpericolo di contaminazione del cibo. La definizione di parametri(misure alle frontiere) in questi punti permette il suo controllo, con un'azione preventiva, che impedisce ed elimina il rischio per la sicurezza di cibo e bevanda o il suo impatto è ridotto a un livello accettabile.

Il HACCP Sistemaè la parte integrale dello standard ISO 22000:2005 Il sistema di gestionedella sicurezza alimentare, che all'interno del FSMS (Food Safety Management System -Il Sistema di sicurezza alimentare) fa il sistema con cui si sta analizando il pericolo per la sicurezza sanitaria e identificazione e monitoraggio di punti di controllo critici nei quali i pericoli sono più grandi.Per questo ragione per il Sistema HACCP molti dicono che è uno standard(ma non lo è) "dal campo alla tavola" , che è in realtà il sinonimo per ISO 22000:2005 che a differenza del HACCP Sistema controlla anche la produzione primaria degli alimentari, controllando i suoi fornitori in un modo definito dallo standard.

Il GOST R standard

Il Gost- R (государственныйстандартРоссии-Lo standard nazionale di russia) è unsistema di standard con cui si prescrivono i requisiti per la qualità di prodotto e di servizi i quali vengono venduti sul territorio della Federazione Russa.Il sistema è emerso dal Sistema GOST, che era stato applicato durante l'Unione Sovietica, e dopo la disintegrazione hanno continuato ad applicarlo sul teritorio dell'ex-USSR. Qesto standard GOST si applica ancora sul quel teritorio e il GOST- R si applica solo nella Federazione Russa.
La caratteristica principale dello standard è che prescrive i reqisiti che devono essere soddisfatti nello scopo di entrare sul mercato russo, e i quali si riferiscono ai prodotti finali. Questo significa che ogni prodotto che entra sul mercato russo DEVE avere il certificato che soddisfa tutte le domande di questo standard. Gli ISO certificati e il segno CE non bastano per entrare il mercato russo.

Certificazione secondo il GOST R standard
La clasificazione principale degli standard si può fare dai criteri di certificazione.Così gli standard sidividono in due tipi:
Certificazione obbligatoria- si riferisce a tutti i prodotti coperti da legge russa e quali devono incontrare gli standard e specificazioni in relazione al prodotto. Secondo la legge,ci sono dei prodotti che sono soggetti a certificazione e i prodotti che devono avere la declarazione di conformità.
Certificazione volontaria- si riferisce ai prodotti non coperti dalla legge e non sottopongono alla certificazione obbligatoria. Si usa nei casi quando il produttore che vuole vendere sul mercato russo vuole dimostrare la compabilità con alcuni standard e così vuole aumentare la compatitività.
I tipi di certificazione si dividono in base alle attività che si fanno sul mercato russo, e anche in base alla durata della validità del certificato:
Per fornitura con i prodotti durante un tempo determinato dal contratto. Il certificato viene rilasciato all'importatore dalla Russia il quale domanda l'autorizzamento di prodotto. La validità di certificato è uguale alla durata del contratto, ma non può durare più di 1-2 anni. In alcuni casi è neccessario mandare anche i campioni dell'analisi laboratoria.

Per la produzione in serie. Il certificate viene rilasciato direttamente al produttore sul periodo di 1-3 anni. Il certificato permette l'esportazione di quantità illimitate del prodotto fino a quando dura il certificato.Include anche un' ispezione regolare di campioni, e anche l'ispezione della fabbrica del produttore da parte dell'Ente Certificatore, che aveva rilasciato il certificato e più spesso nelle situazioni quando il produttore opera non rispettando gli ISO standard.

Per fornituradi un lotto di merce, specificato nel contratto. Il certificato viene rilasciato a un importatore dalla Russia o a un produttore che può provare che ha dei clienti in Russia a cui manda i prodotti. Il periodo di durata del certificato è proporzionale alla quantità di prodotti determinata con il contratto, e così il contratto può essere applicato ad una o più consegne, dipende dall'accordo.

Per i prodotti che non sono coperti dalla certificazione obbligatoria si raccomanda il possesso di cosidetta Lettera dell'eccezione ( Exemption letter). Il Governo Russo due volte all'anno rilascia la lista di prodotti a cui non è neccessaria una certificazione speciale. Così il produttore che vuole vendere i suoi prodotti sul mercato russo è obbligato di mandare tutta la neccessaria documentazione tecnica relativa al prodotto per determinare se la lettera dell'eccezione si può verificare o è neccessario fare altri test e certifizione di alcuni prodotti.

Certificazione
L'organismo ufficialerusso che è incarica della standardizzazione, accreditamento e certificazione si chiama Gosstandart (Gosudarstvennyy standart). Sotto il suo controllo si tovano tutti gli organi di certificazione ufficiali,i laboratori dove si fanno testi e i revisori autorizzati in Russia.Tutte le autorità importanti si trovano a Mosca, ogni di quelle ha un area precisa entro la quale può fare la certificazione e così non è possibile mischiare gli affari e tutti i produttori che vogliono avere certificazione sanno in avanti a chi devono volgersi. Anche tutte le autorità importanti sotto la giurisdizione del Gosstandart sono risponsabili anche per l'ispezione regolare che si riferisce solo sui prodotti certificati per tre anni nella produzione in serie.Ilproduttore copre tutte le spese dellavisita d'ispezione, del mandare di campioni e dei testi laboratori. I dettagli riguardanti l'ispezione si determinano con un contratto speciale, dopo la rilasciata del certificato GOST-R. Se il produttore rifiuta di fare come è perscritto con il contratto d'ispezione, l'autorità di certificazione competente manda una lettera ufficiale al Gosstandart per terminare ufficialmente la validità di contratto e di certificato sul territorio della Federazione Russa.

I vantaggi di GOST-R standard
Il vantaggio principale del possesso di certificazione GOST-R per un'azienda è nell'aprire di un nuovo mercato enorme- la Russia. Considerando che secondo il GOST R standard si fa certificazione di un prodotto finale, le aziende che non hanno implementato gli ISO standard non hanno nessun dificoltà di ottenere il GOST R certificato se i loro prodotti soddisfanno i requisiti dello standard sopra citato. Dall' altra parte, se l'azienda ha gli ISO certificati, il processo dell'ottenere il GOST R standard è facilitato.

 

 

HALAL CERTIFICATO

Il Sistema HALAL è un insieme di regole e di linee guida per la produzione e preparazione del cibo rispettando le norme etiche ed igienico sanitarie, della legge e della dottrina dell'Islam.Tra le altre regole questo standard proibisce l'uso di alcuni prodotti come: carne di maiale, sangue, alcolici, carne di animali morti, carnivori, asini, cani, cibo preparato con il vino, dolci con ogni specie di alcol, alimentari che contengono emulsionanti basati su carne di maiale o grasso animale. Nel processo dell' introduzione di standard si effettua la procedura con la quale si verifica se le materie prime usate nella produzione sono ammesse dalla legge musulmano "haram". Dopo la realizzazione di condizioni previstiviene rilasciato un certificato che conferma lo stato halal del prodotto e allora si ammette l'uso del segno halal sulla confezione di prodotto.
Il Sistema HALAL, in aggiunta ai requisiti specifici, ha il maggior numero di richieste che sono identici con il sistema HACCP e ISO 9001 che alle organizzazioni che hanno creato questi due sistemi abbastanza facilita la preparazione per la certificazione.
A differenza agli altri standard e il sistema HACCP, la certificazione HALAL non è nel sistema classico di certificazione e accreditamento.I certificati per questo sistema assegnano organizzazioni autorizzate dalla Comunità Religiosa Islamica. In Serbia esiste un'organizzazione ufficiale per assegnamento della certificazione HALAL, l'Agenzia HALAL della Comunità Islamica di Serbia. Introducendo il sistema HALAL le aziende interessate devono fornire una dichiarazione che conoscono tutte le leggi relative allo standard HALAL, e anche tutti i divieti derivanti da esso.

Vantaggi di attuazione dello standard HALAL:
- il valore di mercato degli alimentari e del cibo con la certificazione HALAL nel tutto il mondo si stima a 547 miliardi di dolari
- il numero degli abbitanti di religione musulmana nel mondo è circa 1,6 miliardi
- del fatturato totale dei prodotti alimentarie e degli alimenti sul livello mondialeil mercato Halal comprende il 12% del commercio mondiale.